lunedì 29 agosto 2011

First post.

Non aprirò mai un blog“: ricordo di averlo distintamente pensato anni addietro, quando simili siti erano ancora una novità e venivano da me fissati con lo stesso sdegno che oggi riservo a Faccialibro e affini. Non vedevo alcun senso in simili strumenti di autoesibizionismo, nè trovavo interessante l’idea di ficcanasare le vite altrui.
Ho successivamente realizzato come i blog non siano solo strumenti atti ad appagare l'ego di voyeur ed esibizionisti, di poetuncoli falliti e di rageanti individui in vena di polemizzare contro il mondo intero.Ho scoperto quella categoria di persone che riempiono pagine e pagine con recensioni interessanti, riflessioni, e articoli su argomenti più o meno conosciuti. Decretai che era una cosa figa e giusta, che magari i blog non erano malvagi come credevo, e che magari potevo provarci anch'io.

Di cosa parlerò qui, dunque? Di vecchi Urania, di curiosità mediche schifose, di anime e manga sconosciuti, di telefilm trash, di cose brutte e vittoriane, di blog più fighi di questo, del losco mondo dei gdr, e dei miei stenui tentativi di scrivere un romanzo leggibile. Di tutto ciò, insomma, che mi capita sott'occhio e che credo possa risultare interessante. E se così non sarà, beh... mi scuso in anticipo per avervi tediato.

Vorrei infine dedicare le ultime righe di questo mio primo post allo stronzo che mi ha rubato [l'indirizzo che volevo] per poi lasciare il blog completamente vuoto.
Tristezza, profonda tristezza.

Nessun commento:

Posta un commento